Fumetti

'Segmenti', la nuova opera SF di Juan Gimenez

Scritta da Richard Malka, è in uscita in Italia per Alessandro Editore

11/07/2012
'Segmenti', la nuova opera SF di Juan Gimenez

Si intitola 'Lexipolis', ed è il primo volume della nuova serie fantascientifica scritta da Richard Malka e realizzata graficamente da Juan Gimenez, uno dei grandi maestri del fumetto argentino e nome tutelare nel campo del fumetto di fantascienza.

La storia, in sintesi, racconta di un lontano e distopico futuro, dove la galassia è stata divisa in segmenti [pianeti], votati unicamente ad una sola attività e funzione [arte, commercio, giustizia, piacere, ordine, creatività ecc..].
Ideato da sette immortali chiamati 'le Guide', il principio del 'segmentismo' [ispirato alle teorie dello psichiatra Carl Gustav Jung] prevede la suddivisione delle persone secondo le loro attitudini dominanti.
Raggruppando insieme solo persone psicologicamente simili e destinandole a settori della galassia adibiti ognuno ad una funzione specifica  si è arrivati nel corso dei secoli al totale annullamento dei conflitti umani.
L'umanità è costretta a seguire delle regole rigidissime, dove il libero arbitrio è stato cancellato in favore di una pacificazione totale.
Ma ora le misteriose 'Guide' sono preoccupate, perché una misteriosa sterilità sta seriamente minando il futuro della razza umana.
Il giovane protagonista, Loth Lungren, dovrà cercare di sopravvivere ad un assurdo processo di cui sarà vittima, e insieme alla rossa Seth Jezreel si unirà al gruppo dei 'Senza colore', che tentano da tempo di porre fine al 'Segmentismo' nella galassia.

La scrittura di Malka, dopo una necessaria introduzione per descrivere il mondo da lui immaginato, procede serrata e convincente, mentre il lavoro di Gimenez è, al solito, stupefacente: la sua capacità di illustrare universi fantascientifici con tale precisione ed efficacia risulta, e non da oggi, meglio di qualunque film hollywoodiano dell'ultima generazione, sempre più infarciti di effetti speciali ma sempre più spesso svuotati di senso e contenuti.

Buona lettura!