Pasquale Frisenda

'Rusty Dogs' - 34° episodio: 'Il male che ci tenevamo', di Longobardi e Frisenda

Nato nel 2009 dalla fantasia di Emiliano Longobardi, 'Rusty Dogs' è un webcomic gratuito e seriale composto da storie brevi di genere noir

21/04/2014
'Rusty Dogs' - 34° episodio: 'Il male che ci tenevamo', di Longobardi e Frisenda

càne s.m.
1 sm {zoologia} mammifero domestico, con testa allungata orizzontale, muso generalmente aguzzo, dentatura robusta, canini sporgenti, olfatto sviluppatissimo, corpo di media grandezza
2 sm (in senso figurato) persona spregevole, villana o malvagia
3 sm nelle armi da fuoco portatili, martelletto metallico che, premendo il grilletto, percuote la capsula e accende la carica di lancio
4 sm forma italianizzata di khan

rùggine s.f., s.m.inv., agg.inv.
1 sf sostanza di colore bruno-rossastro che si forma per ossidazione sulla superficie del ferro e di altri metalli esposti all'aria e all'umidità, logorandoli
2 sf (in senso figurato) astio, rancore reciproco
3 sf malattia che colpisce il frumento, dovuta ad un fungo parassita; si manifesta con macchie rossicce sulle foglie
(dall'introduzione alla pagina web di Rusty Dogs)

Rusty Dogs è un webcomic gratuito e seriale, composto da storie brevi(ssime) scritte da Emiliano Longobardi, l'ideatore del progetto, e illustrate da molti disegnatori italiani.

La serie esordisce nel 2009, quasi per gioco, motivata principalmente da due forti passioni, per il fumetto e per il noir (e tutte le sue possibili sfaccettature narrative).
Un progetto nato online e che ha avuto da subito una grande attenzione da parte degli appassionati, proprio per la sua caratteristica di riuscire ad interpretare un genere classico uscendo però dai soliti schemi.
Rusty Dogs si dipana in episodi realizzati di volta in volta da artisti diversi, anche se la struttura di fondo resta la stessa: sceneggiature calibrate spesso sulle caratteristiche dei vari disegnatori, testi scritti con cura e attenzione, e dei disegni che garantiscono la giusta intensità e l'atmosfera noir che la storia richiede.
I disegnatori coinvolti finora, infatti, hanno interpretato con il loro stile le sceneggiature di Longobardi, ma questo non impedisce ad ogni singola tavola di inserirsi perfettamente in uno schema narrativo più ampio, dove ogni dettaglio racconta di sudore, di sangue, di illusioni perdute ma mai dimenticate, di marciapiedi sporchi e deserti, di cinismo metropolitano, di solitudini, di falliti costretti per troppe volte a fare i conti con la vita.
Una malinconia di fondo che ogni disegnatore ha saputo a suo modo ricreare e che fa pulsare il cuore di questo progetto. 

QUI trovate Il male che ci tenevamo, l'episodio di Rusty Dogs (il 34°) da me disegnato.

QUI, invece, potete trovare tutti gli episodi realizzati fino a ora, e QUI la pagina Facebook della serie.

Buone letture!