Martin Mystère

The Secret

La nuova serie mysteriosa della Star Comics

19/04/2011
The Secret
Giuseppe Di Bernardo, autore da sempre affezionato alle tematiche mysteriose, dovrebbe essere già noto ai lettori di Martin Mystère. Non per nulla partecipò volentieri al III Martin Mystère Mystery Fest svoltosi a Firenze il 12 aprile 2003.

Ideatore del personaggio di Desdemona Metus, una giovane DJ impegnata a ritrovare se stessa e il suo passato destreggiandosi tra due logge esoteriche, alchimisti e persino Rennes-le-Chateau, è stato anche creatore di Cornelio, serie solo apparentemente meno mysteriosa. Infatti i primi sei albi di questa serie, di cui ha scritto i soggetti (e anche le sceneggiature, nel caso dei primi tre), erano guarda caso dedicati a mostri, vampiri, zombie, streghe, fantasma dell'Opera e personalità doppie. E se il curriculum finora citato non bastasse, riporto l'incipit di Cornelio dove veniva detto espressamente che «Quella che stiamo per raccontare è una storia di puro e semplice orrore, un mistero naturalmente. Un mistero misterioso».

Non pago, lo ritroviamo ora ai testi di una nuova miniserie targata Star Comics: The Secret.

Già dal primo numero veniamo a sapere che tutto lo scibile mysterioso sarà coinvolto nell'operazione: complotti governativi e non, società segrete, ufo e alieni, poteri psichici paranormali, evoluzione della specie in Homo superior, cerchi nel grano, esoterismo...

Tutti argomenti che, specificano gli autori e gli editori, intendono attirare l'attenzione di chi guarda trasmissioni come Voyager e Mistero (sorvolando sul fatto che potrebbe trattarsi di pubblici differenti).

Ma prima di catapultarsi in questa nuova fatica - composta da otto numeri a cadenza mensile più forse un albo extra - l’autore fiorentino si è documentato approfonditamente soprattuto sui libri di Peter Kolosimo (patriarca della fantarcheologia), David Icke (il complottista che ha rilanciato gli illuminati e creato i rettiliani), Budd Hopkins (esperto di rapimenti alieni e ricordi postipnotici) e Zecharia Sitchin (il profeta del pianeta Nibiru e della colonizzazione terrestre da parte degli Annunaki).

Su tutto dominano (ancora una volta) due logge segrete in lotta tra di loro (probabilmente da centinaia d'anni): i “Carcerieri”, che hanno il compito tenerci all'oscuro delle fameliche mire aliene, e i “Liberatori” che invece ci vogliono fare aprire gli occhi, per quanto dolorosa possa essere la rivelazione.

I protagonisti sono due innamorati, Adam e Soul, e se è vero che nomen omen (come del resto ci viene ricordato in questo primo numero), Adamo potrebbe essere il primo uomo della nuova specie mentre Soul rappresenterebbe l'anima, prima persa e poi ritrovata (sia fisicamente che metaforicamente).

L'albo poggia comunque su una trama solida, ben delineata, con appena qualche momento di incertezza, dovuto probabilmente più ai disegni che alla sceneggiatura. Ai pennelli troviamo Michela Da Sacco e Daniele Statella, mentre le chine sono opera di Fabio Piacentini.
Di Bernardo è facile incontrarlo, specie sulla mailing list Yatta, dove spesso risponde alle domande dei lettori. Proprio da lì prendiamo nota che «la vera protagonista di The Secret è Soul, anche se per esigenze editoriali abbiamo dedicato l'albo ad Adam Mack. Conoscerete meglio Soul nelle prossime puntate».

L'interessante presentazione di The Secret fatta a Lucca 2010.

E due divertenti teaser tratti da YouTube con il promo del numero uno e del numero due.