Sport e Marketing

Disastro nelle coppe: Italia in caduta libera

Solo due semifinaliste in 5 anni. Persino Portogallo e Ucraina meglio di noi

04/04/2012
Disastro nelle coppe: Italia in caduta libera

Calcio italiano come il basso impero romano, in completa decadenza. L'eliminazione del Milan, ultima nostra rappresentante in Europa, mette il coltello nella piaga sulla crisi che coinvolge il movimento pallonaro del Bel Paese.

Andando ad analizzare gli ultimi cinque anni, viene fuori che siamo riusciti a portare appena due squadre (l'Inter di Mourinho 2009-10 e la Fiorentina di Prandelli 2007-08) nelle semifinali di una delle due competizioni continentali.

Un dato imbarazzante, che non a caso ci ha fatto perdere posizioni (e una squadra) nel ranking europeo. Siamo lontani anni luce dalla Spagna (12 o 13; tre semifinaliste dell'Europa League attuale devono ancora essere decise), dall'Inghilterra (10) o dalla Germania (8).

Ma siamo anche sotto il Portogallo (3 o 4 squadre) e addirittura l'Ucraina (2 o 3). Le altre nazioni che hanno portato o stanno per portare una squadra nella final four sono Francia, Scozia e forse (se l'Az Alkmaar ce la farà giovedì sera) l'Olanda.

Piuttosto che prendersela con i vari Kuipers di turno, forse occorre riflettere sul perchè Guardiola fa giocare Cuenca dal primo minuto, mentre nel Milan, un talento come El Shaarawy, deve finire in tribuna per far posto a un Pato che gode della “benedizione” della figlia di Berlusconi.