Pasquale Frisenda

'Dracula' di Bram Stoker - L'audiolibro del romanzo e la storia dello scrittore

Un perfetto ritratto di alcune paure presenti nella società europea di allora, non ultima quella per lo straniero, tema delicato in tutte le epoche, compresa la nostra.

28/10/2012
'Dracula' di Bram Stoker - L'audiolibro del romanzo e la storia dello scrittore

"...All'interno c'era un vecchio, alto, sbarbato ma con lunghi baffi bianchi, vestito di nero dalla testa ai piedi: neppure una nota di colore in tutta la sua persona."
(dal diario di Jonathan Harker)

"Benvenuto in mia casa. Entrate, prego, e lasciate un po' della felicità che recate."
(Il conte Dracula)

E' uno dei romanzi più famosi al mondo e il romanzo gotico per eccellenza, il Dracula di Abraham Stoker (detto comunemente Bram), uscito nel 1897 e che riprende ed esalta la figura del vampiro, già portata nella letteratura di genere proprio nel racconto intitolato Il vampiro (The vampire), scritto nel 1819 da John Polidori (e immaginato, per una curiosa "sfida tra scrittori", in una notte di pioggia del maggio del 1816, nello stesso luogo in cui fu creato anche l'altro capolavoro immortale della letteratura gotica, il Frankenstein di Mary Shelley, pubblicato invece nel 1818). Dracula diventa da subito un libro culto, studiato, imitato e sfruttato oltre ogni dire da ogni mezzo di comunicazione possibile.

Il cinema, ad esempio, è riuscito a regalare vere perle visive agli spettatori di tutto il mondo, con titoli come Nosferatu, il vampiro (Nosferatu, eine symphonie des grauens - 1922) di Friedrich W. Murnau, Dracula (1931), di Tod Browning, o Dracula di Bram Stoker (Bram Stoker's Dracula - 1992), di Francis Ford Coppola, ma anche il fumetto ha avuto una sua parte nella celebrazione del Principe delle tenebre, e qui ricordo almeno la splendida versione data da Marv Wolfman e Gene Colan per la Marvel comics negli anni '70, per non parlare, poi, di moltissimi libri, opere teatrali, musical, cartoni animati, parodie e via elencando che vedono protagonista in maniera più o meno diretta l'oscuro conte transilvano dagli aguzzi canini.

Nel suo libro, Stoker traccia anche un perfetto ritratto di alcune paure presenti nella società europea di allora, non ultima quella per lo straniero (tema delicato in tutte le epoche, compresa la nostra), e mischia abilmente, dopo attente e approfondite ricerche, la storia del suo personaggio di fantasia con uno veramente esistito, e cioè il sanguinario Vlad III di Valacchia, che governò con pugno di ferro una delle regioni della Transilvania, la Valacchia, appunto, tanto da guadagnarsi il soprannome di Vlad Ţepeş (che significa letteralmente Vlad l'impalatore, soprannome ottenuto per la macabra abitudine del regnante di impalare i suoi nemici sopravvissuti agli scontri e lasciarli sul campo di battaglia così, in una terribile agonia fino alla morte). 

Vlad Ţepeş era figlio di Vlad II, e sappiamo che l'illustre genitore fu investito dell'Ordine del Dragone da Sigismondo di Lussemburgo, re d'Ungheria e imperatore, di cui deriva un altro appellativo del figlio, Draculea, ovvero Figlio del Dragone (il termine drac sta a significare anche demonio, pertanto Draculea può essere tradotto anche come figlio del demonio).

Qui di seguito trovate, in tredici parti, l'intero audiolibro del romanzo di Bram Stoker (qui sotto trovate la prima parte, mentre QUI potete ascoltare le altre dodici parti, tutte in riproduzione automatica):

Ma la storia di Dracula e il successo del romanzo non possono essere pienamente compresi senza conoscere la storia del suo autore e del mondo in cui ha vissuto.
Ecco qui uno speciale in sei parti dedicato proprio allo scrittore e al suo celebre personaggio:

parte 1:

parte 2:

parte 3:

parte 4:

parte 5:

parte 6:

Buon ascolto e buona visione!

P.S. Altri post su fumetti, televisione, cinema, romanzi ed altro li potete trovare QUI.