PostCardCult.com

Digital Magazine

Digital Magazine Dicembre 2012

Leggi l'ultimo numero della nostra rivista digitale con il tuo iPad o il tuo browser

leggi
Casino Image Banner 728 x 90

'Re Mida' di Sforza-Castelli, qualche tavola in anteprima

'Re Mida' di Sforza-Castelli, qualche tavola in anteprima

Grazie a Fabio Zanella ecco l'esordio di Antonio sulla serie regolare

Il 14 maggio 2011 chi era presente al MMM Fest di Ferrara ha avuto l'occasione di conoscerlo per la prima volta di persona. Chi invece non ha potuto partecipare all'evento l'ha comunque 'letto' a luglio sulle pagine dell'allegato dell'albo speciale n.28 'I dolori del giovane Martin' con la sua prima mini-storia.... Stiamo ovviamente parlando di Antonio Sforza, presente allo stand di PostcardCult a Cartoomics lo scorso 18 marzo che ci ha omaggiato di una piccola anteprima della sua prima storia della serie regolare scritta su testi di Alfredo Castelli.

Come ti sei trovato in occasione della tua prima storia regolare, sceneggiata da Castelli? Senti una sorta di pressione o di dover dare il meglio?

'Allora, prima di tutto io lavoro da poco più di un anno con Castelli quindi non sono in grado di raccontare aneddoti particolari (N.d.r. Qui allora intervengo io: l'anno scorso incontrammo a Reggio Emilia Castelli, Antonio con tono preoccupato e in cerca di rassicurazioni chiese ad Alfredo: '...hai visto le tavole che ti ho mandato? andavano bene?...' e Alfredo sempre di corsa e sempre preso da mille cose gli rispose 'vanno bene!, vanno bene! ti credo sulla fiducia....').

Per quanto riguarda il lavorare con Castelli per me è un onore essendo io un vecchio lettore degli Aristocratici e in seguito del BVZM. In questa mia prima storia ('L'oro di Re Mida') mi trovo a meraviglia perché Alfredo mi lascia piena libertà d'esecuzione sia a livello grafico che di documentazione. L'unico appunto che si può fare è che non avendo tutta la sceneggiatura completa ma solo a blocchi di 12-15 tavole mensili non ho un quadro completo della storia ne dei personaggi. Anche in questo mese (N.d.r. Quando scriviamo siamo in Aprile) essendo a tavola 70 non so come la storia evolverà in futuro'.

Come ti trovi con il personaggio di Martin Mystère?; pensi che sia ideale per il tuo stile? ci sarebbe un'altro personaggio su cui ti piacerebbe lavorare? C'è una serie Bonelli in particolare che ti piace?

'Il personaggio di MM penso che sia molto adatto al mio stile perche' mi diverto molto nella documentazione e credo che nessun altro personaggio della Bonelli richieda tanto lavoro: voglio dire con Tex quando hai una buona documentazione western sei a posto, con Dylan Dog tanta documentazione non serve mentre con MM ogni storia fa riferimento a flashback storici sempre diversi. Altri personaggi della Bonelli che mi piacerebbe disegnare sono Zagor e Dampyr; ecco anche in Dampyr mi divertirei molto perché' anche li ci sono molti flashback storici che richiedono una bella documentazione'.

 

Beh complimenti!... una curiosità, quali sono i tuoi strumenti di lavoro?

'I miei strumenti di lavoro sono molteplici: la carta è la Shoellerhammer liscia da 250gr. 'Costosetta' ma nettamente migliore di tante altre, poi diversi tipi di matite di spessore diverso tipo 0,5 e 2mm graduazione F. Pennarelli di ogni genere, dai numerati della Pilot ai piu' svariati giapponesi con punta in feltro, pennello di martora Windsor&Newton con stessa china tagliata con la Pelikan e, per me, l'indispensabile tavolo luminoso. Tirando le somme spero che questo mio primo lavoro sia apprezzato anche se, appunto perché è il mio primo lavoro, c’è qualche incertezza sulle prima 40-50 tavole in cui compare Martin....'